1948
Diadora nasce come un laboratorio artigianale dove si realizzano scarponi da montagna. In breve tempo, si affermano come i migliori scarponi da montagna e da lavoro presenti sul mercato.
In questo decennio avviene la conversione della produzione verso il mondo dello sport. Diadora si distingue per l’alta qualità e l’avanguardia delle sue soluzioni. La produzione raggiunge volumi industriali importanti.
anni
'60
anni
'70
All’inizio di questo decennio, che segna l’esplosione dello sport professionistico, Diadora e’ la prima azienda italiana a sviluppare una nuova concezione di marketing sportivo, che si traduce nella scelta di ingaggiare campioni di grande appeal come testimonials. Campioni come Bjorn Borg e Roberto Bettega non sono solo riferimenti sportivi importanti, ma diventano vere e proprie icone di stile. Lo sport diventa fenomeno di costume e i prodotti Diadora sconfinano dalla pratica agonistica al tempo libero, contribuendo a scrivere non solo la storia sportiva del periodo, ma anche a formare il gusto dell’epoca nel nuovo mercato “lifestyle”.
Diadora è protagonista indiscussa nelle competizioni internazionali, grazie alle partnership con campioni di calibro mondiale. Il fenomeno di costume creato dallo sport non accenna a diminuire, anzi si intensifica grazie a icone come Pat Cash, Andrea Zorzi, Antonio Cabrini e molti altri. Gli sportivi sono le nuove celebrities e il loro stile detta legge.
anni
'80
anni
'90
Diadora istituisce il CRD, ovvero il Centro Ricerche Diadora, composto da un team di lavoro del tutto innovativo per quegli anni: tecnici calzaturieri, esperti del Centro di Bioingegneria del Politecnico di Milano e medici specialisti in ortopedia.
Una nuova intuizione permette a Diadora di capitalizzare l’esperienza maturata nel mercato sportivo, e di tornare in qualche modo alle origini attraverso il recupero della calzatura da lavoro a cinquant’anni dalla sua fondazione: nasce Utility Diadora.
1998
anni
'00
Sono gli anni dell’espansione mondiale portata avanti con partnership sportive eccellenti, ma anche gli anni delle contaminazioni, attraverso una visione molto specifica dello sportswear di lusso. Nasce la linea Heritage, destinata a diventare un vero e roprio fenomeno di costume e primo vero e proprio esperimento di fusione di sportswear e moda.
Lir, finanziaria della famiglia Moretti Polegato, azionista di riferimento di Geox, firma un’intesa per l’acquisto di Diadora, con l’obiettivo di valorizzarne l’enorme potenziale del brand. Enrico Moretti Polegato è il nuovo presidente dell’azienda.
2009
Incomincia il cammino di rinnovamento di Diadora, che punta sui fattori che l’hanno resa, negli anni, un punto di riferimento per molti: stile e sport performance sono le parole chiave della crescita. La musica si aggiunge allo sport nell’olimpo dello stile e le collaborazioni dell’azienda rimangono salde a cavallo dei due mondi.
dal 2010